Via col vento. Carla Guidetti Serra (1921-2017)

 

zia-carlaCon lei finiscono le radici “storiche”di quella famiglia allargata che comprendeva i Salmoni, gli Spriano  ma anche, sul piano ideale, culturale ed etico i Gobetti, i Levi, i Galante Garrone, i Bobbio e tanti altri protagonisti del Novecento torinese.

 

…Cercateli solo nei libri perché non sono più che un sogno da ricordare.  

Una generazione che se n’è andata via col vento…

La settimana scorsa, nella sua casa di Roma, è mancata Carla Guidetti Serra, sorella minore di Bianca e vedova dello storico Paolo Spriano, mia zia. Ancora quattro mesi e avrebbe compiuto 96 anni. I pochi amici rimasti, per ragioni anagrafiche, e noi parenti più vicini l’abbiamo ricordata e poi accompagnata al cimitero di Prima Porta dove riposerà vicino al marito, morto nel 1989, e a sua figlia, morta in tenera età a seguito di disabilità permanente. Quelle due perdite premature le avevano segnato la vita rendendogliela da quei momenti più triste. Peccato, perchè delle due sorelle era la più “allegra” o almeno meno presa dalla seriosità professionale e politica di Bianca. Con lei si rideva spesso, si parlava di cinema, di teatro, di fumetti, anche di frivolezze. Poi le avversità l’avevano cambiata, il tempo ha fatto il resto.

Durante la guerra, aveva assistito Bianca nella sua attività clandestina come poteva e aiutato la mamma a superare fame e difficoltà. Era anche stata arrestata dai fascisti per aver partecipato a una protesta per la fucilazione delle sorelle Vera e Libera Arduino, portata in via Asti e poi fortunatamente rilasciata dopo breve detenzione. Una sua testimonianza degli anni della guerra è stata pubblicata nel catalogo della mostra “Torino in guerra, 1940-1945” promossa dalla Regione Piemonte e curata dall’Istituto Storico della Resistenza (ed. Gribaudo, 1995).

Con Bianca ha sempre avuto e mantenuto un rapporto di grande affettuosità.

Aveva conosciuto il suo futuro marito il giorno della sfilata della Liberazione di Torino, il 6 maggio 1945. Glielo aveva presentato il mio futuro papà, Alberto Salmoni, partigiano GL, fidanzato di Bianca. Quel giorno avevano ballato e festeggiato. L’avrebbe sposato nel 1949 e amato tantissimo fino alla sua scomparsa e oltre.

carla-e-pilloFoto: Carla e Paolo il giorno del matrimonio. A destra, Bianca. Dietro da destra: Dario Giorsetti, Alberto Salmoni, Paolo Gobetti.

Aveva studiato al Liceo Artistico, allieva di Casorati, e accanto all’attività artistica personale, intrapreso il mestiere di scenografa per cinema e teatro prima a Torino, a Milano, poi a Roma dove l’impegno di Paolo, prima come giornalista poi come docente universitario, l’aveva portata alla fine degli anni Cinquanta. Le piaceva stare a Roma. Li era più facile anche frequentare gli ambienti dello spettacolo e veniva introdotta dal marito, entrato nel frattempo a far parte del del Comitato Centrale del Pci, in quelli della dirigenza storica del partito a cui è rimasta fedele anche attraverso le tante trasformazioni. Aveva da tempo ripreso l’attività artistica proponendo un suo stile originale fatto di tecnica mista collage e acquerello che trasmetteva le atmosfere della sua tarda indole, malinconia e romanticismo. Con quelle opere aveva riconquistato un successo lasciato indietro per le vicende della vita.

collage-zia-carla

Hanno scritto di lei, tra i tanti, Italo Cremona, Giorgio Manganelli, Angelo Dragone, Pier Luigi Gandini, Camilla Cederna, Rosella Loy, Nello Ajello.

Le sue carte di interesse storico saranno conservate presso il Centro Studi Piero Gobetti di Torino nel Fondo Guidetti Serra. Quelle di Paolo Spriano sono già raccolte, catalogate e disponibili presso l’Istituto Antonio Gramsci di Roma.

Non è piacevole rendersi conto che non c’è più nessuno della propria famiglia alle spalle, dà disagio e tristezza ma di contro sento l’orgoglio di aver fatto parte di quella famiglia allargata Salmoni-Guidetti Serra- Spriano e dell’ambiente etico e culturale che le ruotava intorno: tra i tanti, i Gobetti, i Levi, i Galante Garrone, i Bobbio, gli Antonicelli. Difficile esserne degni abbastanza ma spero di insegnare a mia figlia a prenderne esempio, ispirazione e a sentirsene parte.  (F.S. 1.2.2017)

Annunci

Info mavericknews
Organizzatore di eventi, laurea e master all'Università del Texas in Studi Americani, giornalista pubblicista dal 2009. Direttore della rivista American West, si dedica poi alle tematiche ambientali e alla cronaca delle lotte sociali. I suoi articoli sono stati pubblicati su Tg Maddalena, Tg Vallesusa, Valsusa Notizie, Prendocasa, Carmilla Online, Contropiano. Ha co-prodotto l'inchiesta filmata La Baita- Presidio No Tav in Val Clarea. Per Lu:Ce edizioni, ha pubblicato Resa dei Conti alla Maddalena. 2010-2011. Diario di due anni di lotta contro l'Alta Velocità in Valle di Susa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...