L’Anpi di Grugliasco per la manifestazione a Susa del 16 Novembre

L’ANPI Grugliasco parteciperà alla manifestazione NO TAV del 16 novembre

a fianco di chi lotta per la Costituzione, i diritti e i beni comuni

 La Sezione ANPI “68 Martiri” di Grugliasco, in coerenza e continuità con i contenuti espressi ed acquisiti attraverso il dibattito aperto e permanente sul tema,aderisce e partecipa alla manifestazione popolare del 16 novembre organizzata dal Movimento NO TAV in Val di Susa contro la militarizzazione della Valle di Susa, contro le intimidazioni mafiose, contro lo spreco di denaro pubblico, conto la repressione politica-giudizaria-mediatica del Movimento NO TAV, per un lavoro utile e dignitoso, per ospedali-scuole-trasporti pubblici efficienti, per la cura del territorio e del paesaggio.

La Sezione ANPI “68 Martiri” Grugliasco:

 – ricorda, ai propri iscritti e alla cittadinanza, che “L’ANPI ha lo scopo di dare aiuto e appoggio a tutti coloro che si battono, singolarmente o in associazioni, per quei valori di libertà e di democrazia che sono stati fondamento della guerra partigiana e in essa hanno trovato la loro più alta espressione” (Statuto Nazionale dell’ANPI, art. 2, lettera m);

 – rinnova la propria convinta aderenza ai contenuti espressi nei numerosi documenti elaborati dalla Sezione nel più ampio e permanente dibattito sul tema: La Sezione ANPI “68 Martiri” Grugliasco sul TAV (15/07/11), La Sezione ANPI “68 Martiri” Grugliasco sui fatti di Porta Nuova del 25 febbraio (2/03/12), La Sezione ANPI “68 Martiri” Grugliasco aderisce a iniziativa informativa sull’emergenza democratica in Val Susa (21/02/13), La Sezione ANPI “68 Martiri” Grugliasco risponde alla Sezione ANPI Bussoleno sulla marcia popolare in Val Susa del 23 marzo da Susa a Bussoleno (21/03/13), Emergenza democratica in Val di Susa: Costituzione, democrazia, sovranità (14/04/13), L’ANPI non è un partito: basta falsità e strumentalizzazioni (1/05/13).

 – ribadisce, in modo chiaro e inequivocabile, che in Val di Susa la Costituzione è ripetutamente e sistematicamente violata mediante la militarizzazione del territorio e la sospensione dei diritti costituzionali;

 condivide l’impegno civile per la lotta in difesa della democrazia, della sovranità popolare e dei beni comuni portata avanti dal Movimento NO TAV, riconoscendo ai Comitati NO TAV la funzione costituzionale di presidio della democrazia, vissuto con metodo assembleare e comunitario, praticato come luogo sociale attivo e dinamico volto all’educazione e alla formazione di cittadini liberi, informati e consapevoli, in sintonia con i valori ed i principi della Costituzione nata dalla Resistenza;

 – sostiene la battaglia di civiltà per la difesa della terra e delle risorse naturali, umane e culturali delle generazioni attuali e future, per una transizione a stili di vita più sostenibili, in equilibrio con l’ecosistema, nuova frontiera globale per una democrazia autenticamente compiuta;

 – riconosce al Movimento NO TAV, quale soggetto plurale e variegato nell’arricchente diversità delle sue componenti, piena legittimità di dissenso e di resistenza civile, in quanto nella sua storia ultraventennale ha dimostrato la propria natura antifascista, democratica e non violenta, tipica dei movimenti popolari radicati sul territorio;

 – esprime solidarietà al Movimento NO TAV, soggetto antifascista popolare, bersaglio di una violenta repressione politica, giudiziaria e mediatica, che in modo ingannevole, irrispettoso e ingiusto è stato descritto dai mezzi di propaganda governativa quale “eversivo” e “terrorista”, accuse false che non rispecchiano la realtà dei fatti e che offendono e denigrano l’impegno civile antifascista di tutte le persone impegnate nel Movimento NO TAV;

 – richiama,nello spirito unitario della Resistenza, tutte le organizzazioni antifasciste e i singoli cittadini all’unità delle lotte popolari e sociali per il lavoro, la scuola, la salute, la casa, la cultura, i beni comuni, per l’affermazione dei diritti fondamentali e la concreta attuazione della Costituzione, come espresso dalle grandi manifestazioni nazionali svolte recentemente a Roma sabato 12/10/13 e sabato 19/10/13, e come allo stesso modo sarà espresso in Val di Susa sabato 16/11/13;

 – invita iscritti, militanti e tutta la cittadinanza alla partecipazione, in quanto i contenuti portati avanti dal Movimento NO TAV riguardano i diritti e le libertà fondamentali espresse nella Costituzione della Repubblica, nata dalla Resistenza, attualmente sotto violento attacco da parte del Governo e della maggioranza del Parlamento che lo sostiene;

 – organizza una delegazione di militanti che saranno presenti alla manifestazione con striscione, bandiera e foulard ANPI della Sezione.

 Nella memoria l’esempio, nelle lotte la pratica! Ora e sempre Resistenza!

Annunci

Info mavericknews
Organizzatore di eventi, laurea e master all'Università del Texas in Studi Americani, giornalista pubblicista dal 2009. Direttore della rivista American West, si dedica poi alle tematiche ambientali e alla cronaca delle lotte sociali. I suoi articoli sono stati pubblicati su Tg Maddalena, Tg Vallesusa, Valsusa Notizie, Prendocasa, Carmilla Online, Contropiano. Ha co-prodotto l'inchiesta filmata La Baita- Presidio No Tav in Val Clarea. Per Lu:Ce edizioni, ha pubblicato Resa dei Conti alla Maddalena. 2010-2011. Diario di due anni di lotta contro l'Alta Velocità in Valle di Susa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...