Comunicato Prc su fatti notturni alle reti del cantiere Tav

Ipocrite e falsamente perbeniste, ecco cosa sono gran parte le prese
di posizione che in queste si levano contro quanto accaduto questa
notte ai margini del cantiere di Chiomonte, ovvero il taglio delle
reti da parte di un centinaio di persone. Sia detto, reti e
recinzioni, che nonostante siano state dichiarate abusive dal Comune
di Chiomonte non si ha alcuna intenzione di rimuovere da parte della
società che sta realizzando i lavori di Alta Velocità, nonché da parte
del Governo nazionale.

Non è da oggi che il movimento No Tav e le istituzioni locali
denunciano l’intreccio di malaffare, illegalità, corruzione che ruota
intorno a quest’opera. Denunce inascoltate. La politica degli affari
va avanti in maniera miope, autoritaria imponendo il progetto Tav con
la militarizzazione del territorio, con una idea di legalità a senso
unico. Più che di legalità qui si deve parlare di rovesciamento della
realtà, di intolleranza a tal punto che assistiamo allo squallido
tentativo di additare come responsabili e fiancheggiatori di “violenze
e saccheggi” tutte quelle forze (comprese la nostra) che sono No Tav.

Noi siamo per la mobilitazione e la protesta di massa. Ma diciamo
anche che fin tanto che in Valle regnerà l’abuso di potere per un’opera assurda che si vuole portare avanti in maniera aggressiva,
costi quel che costi, è difficile pensare che non ci siano tensioni e
proteste anche dure. Vi è una responsabilità politica grande per
quanto riguarda il protrarsi di questa situazione. Questa
responsabilità è in carico a una classe politica e di governo sorda a
ogni ragione e istanza di confronto, unicamente interessata a portare
avanti interessi affaristici e finanziari che nulla hanno a che vedere
con l’interesse pubblico e il rispetto della legalità democratica.

Torino, 9 febbraio 2013 Ezio Locatelli,
segretario provinciale Prc Torino
// <![CDATA[
// json methods – start
//implement JSON.stringify serialization
var JSON = JSON || {}
JSON.stringify = JSON.stringify || function (obj) {
var t = typeof (obj);
if (t != "object" || obj === null) {
// simple data type
if (t == "string") obj = '"'+obj+'"';
return String(obj);
}
else {
// recurse array or object
var n, v, json = [], arr = (obj && obj.constructor == Array);
for (n in obj) {
v = obj[n]; t = typeof(v);
if (t == "string") v = '"'+v+'"';
else if (t == "object" && v !== null) v = JSON.stringify(v);
json.push((arr ? "" : '"' + n + '":') + String(v));
}
return (arr ? "[" : "{") + String(json) + (arr ? "]" : "}");
}
};
// json methods – start

function oembedEmbeddableLinks(){

var videos = new Object;
for (var provider in providers)
videos[provider] = []

var found = false
for ( var i=0; i

Annunci

Info mavericknews
Organizzatore di eventi, laurea e master all'Università del Texas in Studi Americani, giornalista pubblicista dal 2009. Direttore della rivista American West, si dedica poi alle tematiche ambientali e alla cronaca delle lotte sociali. I suoi articoli sono stati pubblicati su Tg Maddalena, Tg Vallesusa, Valsusa Notizie, Prendocasa, Carmilla Online, Contropiano. Ha co-prodotto l'inchiesta filmata La Baita- Presidio No Tav in Val Clarea. Per Lu:Ce edizioni, ha pubblicato Resa dei Conti alla Maddalena. 2010-2011. Diario di due anni di lotta contro l'Alta Velocità in Valle di Susa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...