Django unchained (2013)

di Quentin Tarantino

con: Jamie Foxx, Leonardo DiCaprio, Don Johnson, Christophe Waltz, Samuel Jackson, Kerry Washington

I fans di Tarantino e i cinefili in generale rimarranno più che soddisfatti da questo western atipico che rifà il verso allo spaghetti-western. Le tante citazioni, il politicamente scorretto, lo splatting persino ulteriormente accentuato, le facce, la generosità eccessiva nel dipingere personaggi che risultano quasi delle caricature (un po’ come i personaggi dei Cohen), il linguaggio dei dialoghi decisamente “attuale” (“cazzarola!”) e ben poco western, tutto concorre a fare di questo film un caso speciale. Per non parlare della colonna sonora che esordisce sui titoli con una canzone che imita quelle d’epoca di Frankie Lane e prosegue con hits degli anni 60-70 (da Keith Carradine a Richie Havens più un altro brano originale cantato da Elisa) che poco ci azzeccano con il genere ma che per qualche ragione arcana qui calzano perfettamente. Una lode va dedicata alla fotografia degli esterni, che siano le montagne innevate o le piantagioni del vecchio Sud conle querce e  lo spanish moss che adorna i rami dei cipressi.

Chi non rimarrà soddisfatto sono gli appassionati del cinema western classico per una ragione essenziale: non ci sono valori. E non è mancanza da poco. Non c’è il bene e non c’è il male anche perché qui i buoni sono dei cacciatori di taglie e non salva la partita il fatto che Django è nero e salva la sua donna: lungo la strada lui e il partner ne ammazzano diversi a sangue freddo, uno anche alla presenza del figlio. Non c’è amicizia, non c’è redenzione, non c’è il coraggio delle scelte difficili. C’è solo un’estetica (quella dello spaghetti western) presa in prestito e riproposta magistralmente. Il western classico, pur con il suo ingrediente fondamentale di violenza, è un film per famiglie perché offre insegnamenti e lezioni di vita (ci viene in mente il remake di Quel Trano per Yuma). Qui la violenza è accentuata (c’è persino un negro sbranato dai cani) e fine a se stessa e vedere seduto in platea un padre che ha portato il suo bambino di non più di dieci anni fa pensare alla deriva educativa e culturale di tanti genitori dei nostri giorni. (F.S. 3.2.2013)

Annunci

Info mavericknews
Organizzatore di eventi, laurea e master all'Università del Texas in Studi Americani, giornalista pubblicista dal 2009. Direttore della rivista American West, si dedica poi alle tematiche ambientali e alla cronaca delle lotte sociali. I suoi articoli sono stati pubblicati su Tg Maddalena, Tg Vallesusa, Valsusa Notizie, Prendocasa, Carmilla Online, Contropiano. Ha co-prodotto l'inchiesta filmata La Baita- Presidio No Tav in Val Clarea. Per Lu:Ce edizioni, ha pubblicato Resa dei Conti alla Maddalena. 2010-2011. Diario di due anni di lotta contro l'Alta Velocità in Valle di Susa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...