C’è lavoro e lavoro!

Continua la campagna No Tav di denunzia delle ditte in odore di illegalità coinvolte nei lavori alla Maddalena.

Un centinaio di NoTav hanno ieri assediato per qualche ora a Susa la sede della ditta Martina & Lazzaro, artefice dei lavori di recinzione del cantiere alla Maddalena (*) e complice della repressione giudiziaria(**). L’esterno era presidiato da un nugolo di Digos a fronteggiare attivisti che leggevano ai passanti i trascorsi legali dei titolari della ditta, bancarottieri e per ora solo sfiorati dalle varie inchieste sulle infiltrazioni mafiose al nord, parte integrante del sistema politico-mafioso Tav. Accusati dai valsusini di non essere normali appaltatori e creatori di lavoro ma scatole cinesi e lavatrici di denaro sporco, i calabresi Lazzaro/Martina hanno sempre e solo risposto con banalità sull’apporto di lavoro in Valle ecc. C’è lavoro e lavoro, dicono i valsusini, a confutare i luoghi comuni del ‘lavorismo’ imperante secondo cui qualsiasi lavoro pagato (anche mercenari e  spacciatori?) è lecito e dignitoso. Per sottolineare le necessarie diversità concettuali erano presenti al picchetto i rappresentanti di Etinomia, l’Associazione degli imprenditori etici che stanno facendo il pieno di adesioni in Val Susa e fuori: circa 400 iscritti che testimoniano il vero atteggiamento degli imprenditori locali verso i lavori inutili e dannosi per la collettività: la risposta alle finte Associazioni, già fallite, sponsorizzate con soldi pubblici da Virano per destabilizzare il consenso in Valle alle posizioni della maggioranza.(***)

Altra presenza importante per il significato intrinseco, quella del Comitato No Tav di Chambery che ha distribuito un volantino in italiano in cui si illustrano le iniziative anti Tav sul versante francese, un intervento che sta crescendo, seppure in ritardo, sia tra la popolazione che nelle amministrazioni comunali e oggi, in tempi di riflessione della Francia sui costi dell’Alta Velocità, più utile che mai.

Con l’assedio di questa sera (sabato 21) alle reti in Clarea, i valsusini continuano la mobilitazione estiva in sensibile crescendo da una settimana che ha visto la protesta investire il villaggio olimpico di Sestriere e l’hotel Chaberton di Cesana, noti ricettacoli e basi rispettivamente di Carabinieri e Finanzieri in forza al cantiere, costringendoli a bardarsi e schierarsi anche se fuori servizio. Piccole azioni che mantengono la presa sulle truppe di occupazione e sul territorio in attesa di mobilitazioni più impegnative per gli occupanti. (F. S. 21.7.2012).

(*) La ditta dei Martina è stata recentemente rinviata a giudizio per bancarotta fraudolenta e Claudio Pasquale Martina è stato segnalato dall’inchiesta Minotauro sulla ‘ndrangheta nel torinese nel gruppo di personaggi che frequentavano Giovanni Iaria, ex vicesegretario provinciale del Psi, arrestato a giugno.

(**) I titolari Martina e Lazzaro sono stati fotografati durante le operazioni di sgombero della Maddalena del 27 Giugno 2011, mentre mascherati fotografavano a loro volta (a quale titolo?) i manifestanti da dietro le linee di polizia. Dagli atti giudiziari risulta che diverse loro fotografie sono state acquisite dalla Procura torinese per mettere sotto accusa gli inquisiti.

(***)Maurizio Pagliassotti nel suo libro Chi comanda Torino (Castelvecchi 2012) commenta in proposito: Probabilmente l’assenza di imprenditori valsusini disposti a lavorare nel cantiere ha ‘imposto’ delle scelte che sarebbero state evitate…

Annunci

Info mavericknews
Organizzatore di eventi, laurea e master all'Università del Texas in Studi Americani, giornalista pubblicista dal 2009. Direttore della rivista American West, si dedica poi alle tematiche ambientali e alla cronaca delle lotte sociali. I suoi articoli sono stati pubblicati su Tg Maddalena, Tg Vallesusa, Valsusa Notizie, Prendocasa, Carmilla Online, Contropiano. Ha co-prodotto l'inchiesta filmata La Baita- Presidio No Tav in Val Clarea. Per Lu:Ce edizioni, ha pubblicato Resa dei Conti alla Maddalena. 2010-2011. Diario di due anni di lotta contro l'Alta Velocità in Valle di Susa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...