E’ di nuovo strage di Stato?

I tanti segnali e la poca fantasia del Potere rinnovano il sospetto che si voglia fermare il cambiamento nel Paese secondo i soliti schemi.

 Ci risiamo. Chi è della mia generazione ed ha qualche familiarità con le vicende politiche di questo sciagurato paese non riesce ad evitare di vedere vecchi copioni riciclati. Quando il nuovo si affaccia o quando la tensione sociale si fa critica c’è un’area oscura che presta i propri servizi al Potere affinchè poco cambi e le leve di chi mena il gioco restino più o meno nelle mani di chi già ce le ha. Uomini in Nero che utilizzano manovali occasionali per fare il lavoro sporco e che si adoperano per rendere difficile e confuso il cammino delle indagini o il giudizio di chi si limita  a leggere le cronache dei pennivendoli che, anche nel loro campo, riprendono gli stessi titoli, le stesse frasi della retorica del mestiere. Il Potere se ne giova per spargere confusione, paura,‘opinioni’  opinabili (quelle che ognuno ha il diritto di avere ma che non fregano niente a chi decide) e sostanzialmente per adottare misure funzionali al mantenimento della situazione sotto controllo: leggi stretta sull’ordine pubblico e sul controllo sociale in genere, freno ai cambiamenti sull’onda di richieste ‘della gente’ amplificate dai giornali finanziati dal Potere stesso fino a farne delle esigenze improrogabili.

Chi ha la memoria lunga coglie subito le analogie tra l’attentato di Brindisi e quello del Maggio 1973 alla Questura di Milano quando il sedicente anarchico Gianfranco Bertoli (poi rivelatosi collaboratore dei Servizi) lanciò una bomba a mano sui passanti mentre nel cortile si svolgevano le celebrazioni, tutte questurine, del defunto Calabresi.

Chi sa leggere tra le righe, ha visto con sospetto le dichiarazioni recenti della Ministrona Cancellieri sul Tav in Val di Susa come  ‘la maggiore delle preoccupazioni’ dopo un attentato terroristico dai connotati molto mediatici. Qualcuno ha subito risposto: ma le sembra il caso con il Paese in queste condizioni? Ma non aveva detto Bersani che ‘è solo un treno’?  In realtà la Signorona sapeva cosa diceva: c’è un esperimento in corso di democrazia diretta, un movimento non domato che sta espandendo i contenuti della propria lotta contro sprechi e speculazioni, per deviare l’utilizzo del denaro pubblico dalle Grandi opere inutili alle Piccole e utili. Un tema che trova fasce di popolazione sempre più sensibili, che minaccia di saldarsi alla protesta per le conseguenze della crisi proprio quando una nuova forza politica sembra poter dare una spazzata alla corruzione della Casta, ridimensionare radicalmente i Partiti, cambiare presumibilmente la prospettiva dei prossimi risultati elettorali e mettere quindi in discussione le scelte economiche e i finanziamenti per lo sviluppo. In questo senso, il movimento della Val Susa è una vera preoccupazione. Del resto, i politici piemontesi se ne sono accorti da tempo guardando il terreno che si sfalda loro lentamente sotto i piedi.

Chi legge i giornali sa che il Potere si sta chiudendo a riccio per proteggere il mandato di Monti e dei banchieri che stanno spolpando gli italiani e portando il Pease nelle braccia del Fmi per la stretta mortale.

Nel caso attuale a Brindisi è poco credibile il movente mafioso (per l’obiettivo che non porta vantaggi; per i mezzi poco professionali; per il fastidio della risposta investigativa sul territorio) come lo è quello politico (chi può pensare di ottenere consenso ammazzando ragazzi?) mentre pare goffo il primo elemento di depistaggio per il nome della scuola e sconcertante il dissidio tra Procuratori. Resta ad oggi la pista dell’Unabomber solitario, di un Bertoli che, una volta arrestato, potrebbe sempre dichiararsi anarchico. Tanto per essere originale e fare bene il suo mestiere.(F.S. 21.5.2012)

Annunci

Info mavericknews
Organizzatore di eventi, laurea e master all'Università del Texas in Studi Americani, giornalista pubblicista dal 2009. Direttore della rivista American West, si dedica poi alle tematiche ambientali e alla cronaca delle lotte sociali. I suoi articoli sono stati pubblicati su Tg Maddalena, Tg Vallesusa, Valsusa Notizie, Prendocasa, Carmilla Online, Contropiano. Ha co-prodotto l'inchiesta filmata La Baita- Presidio No Tav in Val Clarea. Per Lu:Ce edizioni, ha pubblicato Resa dei Conti alla Maddalena. 2010-2011. Diario di due anni di lotta contro l'Alta Velocità in Valle di Susa.

One Response to E’ di nuovo strage di Stato?

  1. Fabrizio says:

    La tesi dell’infiltrazione ha un suo fascino, anche perché certi fantasmi (il terrorismo) fanno presa sugli ingenui. Fastidiosa è la sfrontaezza di coloro che hanno la responsabilità di condurre le indagini con prudenza ed evitando trionfalismi di facciata. Gli anarchci di oggi, però, non sono più quelli del Ponte della Ghisolfa e del circolo 22 marzo.
    A proposito: ha visto che gli ex del circolo 22 marzo hanno lanciato una pesante invettiva contro i loro avvocati difensori dell’epoca, Giuliano Spazzali e Guido Calvi? In particolare contro Spazzali, accusato di aver rilasciato dichiarazioni imprecise nel corso di un’intervista nella quale ha sostenuto sotanzialmente che i circoli anarchici dell’epoca erano infiltrati dai servizi. Per me che di quei fatti ho una conoscenza storica solo per grandi linee ha avuto solo il coraggio di dire la verità; per loro è stato diffamatorio, perché avrebbe rilasciato alcune dichiarazioni gravemente imprecise ed avrebbe dovuto andare a rileggersi gli atti processuali prima di parlare (http://stragedistato.wordpress.com/2012/04/30/spazzali-e-calvi-lingua-lunga-e-memoria-corta-enrico-di-cola-ex-circolo-22-marzo/). Certo è che gli avvocati non possono anche fare gli storici e ricordarsi tutte le vicende interne al movimento cui hanno appartenuto i loro assistiti, ma è evidente che da certi avvocati “impegnati” alcuni ex clienti si aspettano ancora molto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...