Ancora sul 1 Maggio a Torino. Comunicato stampa della CUB Piemonte

Torino 1 maggio 2012
Ancora una volta i soliti professionisti della politica, persone abituate a mestare nel torbido, che non hanno mai lavorato neppure un giorno della propria vita eche niente hanno a che fare con i lavoratori, le loro speranze, le loro
tradizioni, hanno turbato la manifestazione del 1 maggio.
In questa operazione da moderni guastatori si è distinto il sindaco Fassino, accompagnato dal suo predecessore -il grande creatore di debito Chiamparino e protetto dal consueto codazzo di violenti armati di manganelli e col volto
mascherato. Al primo accenno di civile contestazione, questi irresponsabili non
hanno esitato a far caricare la folla inerme. Tra i violenti erano molto attivi alcuni soggetti travestiti da manifestanti.
Evidentemente questi politici sedicenti “democratici” non possiedono altre e migliori ragioni che la violenza al servizio della menzogna. Infatti, mentre sostengono di voler mettere il lavoro al centro delle loro attenzioni, in realtà conducono la stessa politica antipopolare di Tremonti, Berlusconi, Amato e Dini:
cancellano pensioni, aumentano le tasse, tolgono servizi sociali e diritti al lavoro dipendente. Ora è bene che sappiano che così facendo non andranno molto avanti.
Finora, fiancheggiati da CGIL, CISL e UIL, hanno potuto contare su una sostanziale impunità, oggi hanno cominciato a vedere che la misura è colma e che la strada che intendono percorrere non sarà in discesa.
BISOGNA CAMBIARE ROTTA: RESTITUIRE AL LAVORO TUTELE, DIRITTI, DIGNITA’ FAR PAGARE LA CRISI AI PADRONI, AI CORROTTI E AGLI EVASORI MANDARE A CASA TUTTI I RESPONSABILI DELL’ATTUALE SITUAZIONE

Annunci

Info mavericknews
Organizzatore di eventi, laurea e master all'Università del Texas in Studi Americani, giornalista pubblicista dal 2009. Direttore della rivista American West, si dedica poi alle tematiche ambientali e alla cronaca delle lotte sociali. I suoi articoli sono stati pubblicati su Tg Maddalena, Tg Vallesusa, Valsusa Notizie, Prendocasa, Carmilla Online, Contropiano. Ha co-prodotto l'inchiesta filmata La Baita- Presidio No Tav in Val Clarea. Per Lu:Ce edizioni, ha pubblicato Resa dei Conti alla Maddalena. 2010-2011. Diario di due anni di lotta contro l'Alta Velocità in Valle di Susa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...