Le ciabatte di Caselli

La retorica della legalità incontra la propaganda della cricca pro Tav in un’ampia enfatica intervista.

Siamo d’accordo con il Procuratore quando dichiara roboante ‘La legalità non può diventare un paio di ciabatte da indossare quando fa comodo!’ (Luna Nuova, 17.2.2012). Certo, non dovrebbe. L’impressione però, giudicando dal suo recente operato, è che di paia di ciabatte di ricambio lui ne debba avere diverse nell’ armadio. Le obiezioni di Livio Pepino sull’obiettività del procedimento che ha portato lo scorso Gennaio all’arresto di 26 No Tav le abbiamo lette tutti e saldano il conto sul piano giuridico. A quelle, il Caselli, proprio come i suoi mandanti politici della lobby del Tav, risponde, come constatiamo, per slogan. Per noi profani dei codici, resta difficile da comprendere ‘la gravità particolarmente elevata’ di ‘episodi delittuosi’ quali quelli commessi da un Guido Fissore che resisteva alla forza pubblica con un piede ingessato e dimenando una stampella o a quella di un Mario Nucera che rispediva al mittente un lacrimogeno (illegale, Dott. Caselli, per le convenzioni europee! Un’arma da guerra usata contro la popolazione civile!). E resta difficile credere che non abbia voluto attaccare il movimento No Tav quando dimostra di condividere la propaganda dei politici dicendo che la Valle è diventata ‘un crocevia che ha attirato dall’Italia e dall’estero soggetti definiti professionisti della violenza…’ Orsù, Procuratore, non faccia torto alla sua intelligenza: proprio non riesce a pensare che un movimento che solleva istanze politiche generali come la difesa dei beni comuni, l’ambiente, il no alle mafie politico-mprenditoriali, non abbia largo riscontro in questa povera Italia saccheggiata e massacrata dal malaffare? Viene troppo facile pensare che invece abbia proprio voluto contribuire a criminalizzare il movimento ed a dividerlo tra buoni e cattivi, valsusini ed ‘esterni’, pacifici e antagonisti, infilando nel dossier per buona misura un ex brigatista settantenne, tanto per far strillare i giornali. E cosa dire della solerzia con cui si era presentato al Tribunale del Riesame per fare pressione con la propria presenza affinchè si fosse ‘rigorosi’ con le due arrestate Nina e Marianna (Val Susa e Val di Lanzo…)? L’ha mai fatto con i veri delinquenti e con i politici? Alle cronache non risulta. E non risulta che con tutta la sua retorica della legalità e del rigore abbia mai scoperto chi ha incendiato i presidii di Bruzolo e Borgone, chi ha mandato pallottole e veleno in busta ai No Tav (una, scritta in calabrese…Ma non è un Procuratore antimafia?) o abbia mai incriminato gli agenti che il 3 Luglio hanno quasi linciato e torturato i fermati. Ci sono le testimonianze ed i filmati, che se li guardi. C’è bisogno di un denunziante per procedere per lesioni gravi, violenza aggravata? Nell’intervista a Luna Nuova, uno degli argomenti avanzati dal Caselli è che 10 pm e 2 giudici della Procura abbiano esaminato e confermato i procedimenti. Peccato che siano tutti suoi sottoposti e magari si aspettino una ‘visitina di controllo’ al momento di decidere… Insomma, a me sembra che in realtà di ciabatte nell’armadio, il Procuratore ne abbia parecchie e le sfoggi, pure. Quelle di questi giorni sono di marca Esposito-Morgando e sono prodotte dalla Lega delle Cooperative. (F.S. 20.2.2012)

Annunci

Info mavericknews
Organizzatore di eventi, laurea e master all'Università del Texas in Studi Americani, giornalista pubblicista dal 2009. Direttore della rivista American West, si dedica poi alle tematiche ambientali e alla cronaca delle lotte sociali. I suoi articoli sono stati pubblicati su Tg Maddalena, Tg Vallesusa, Valsusa Notizie, Prendocasa, Carmilla Online, Contropiano. Ha co-prodotto l'inchiesta filmata La Baita- Presidio No Tav in Val Clarea. Per Lu:Ce edizioni, ha pubblicato Resa dei Conti alla Maddalena. 2010-2011. Diario di due anni di lotta contro l'Alta Velocità in Valle di Susa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...