Una magistratura complice

Una strategia giudiziaria che risponde alle richieste del Partito di riferimento della Procura e della lobby che vuole il Tav per spartirsi i soldi pubblici. Le inchieste a senso unico di Caselli.

 A ben cercare il senso dell’ondata di arresti del 26 Gennaio viene difficile non condividere l’osservazione fatta in conferenza stampa dai No Tav: ‘Certa magistratura è come la mafia’. E poco serve al Procuratore Caselli porre distinguo nella sua stucchevole retorica legalitaria sull’operazione (Un’indagine con il cesello…Colpiti solo quelli che hanno violato la legge) o di stampo paternalistico (Non è un attacco alla Val Susa…). Dovrebbe da tempo spiegare per esempio perché non sono mai andate a buon fine le indagini su chi ha incendiato i presidi di Borgone e Bruzolo nel 2010, su chi ha mandato pallottole per posta e lettere minatorie a vari esponenti del movimento e al suo amico Leggi il resto dell’articolo

Annunci