Esposito (PD) e Montaruli (PDL), specialisti in autogoals

Tutti tendiamo a pensare che chi è al Potere non sbagli mai ed infine ottenga sempre ciò che

persegue e questa percezione è generalmente causa di rassegnazione: ‘Tanto poi fanno quel che vogliono…’  In realtà sovente non è così per ragioni che non sempre appartengono all’area razionale. La vicenda dell’Alta Velocità in Val Susa insegna: dopo quasi vent’anni di opposizione popolare, il progetto non è ancora avviato (e non è detto che si avvii vista la situazione contingente) e quelli precedenti sono stati respinti sul campo o annullati o cambiati. Il sistema di potere (Partiti, burocrazia, lobbies, ecc.) è un coacervo di forze che si combattono, si incontrano e si incrociano dialetticamente nella difesa dei loro singoli interessi a breve termine (raramente hanno visuali a lunga portata); è fatto di individui che hanno qualità e difetti più che umani; di circostanze che mutano scenario a seconda di fattori che si muovono all’esterno di logiche politiche o di mero interesse; di influenze esterne; di casualità fortuite. Per tutte queste e altre imponderabilità, spesso i risultati sono opposti alle volontà di chi intraprende le azioni.

Così, nel segno di questa non-logica sono da segnalare un paio di episodi di questi giorni che si stanno rivelando autentici autogoals per i loro protagonisti.

Cominciamo naturalmente a grande richiesta con l’ex e futuro portaborse Esposito che si prodiga per fare annullare un’assemblea sindacale in Ospedale per parlare dei problemi inerenti alla salute connessi al progetto Tav e denunciati da 300 medici valsusini con l’argomentazione che in un’assemblea sindacale bisogna parlare solo di problemi sindacali. Ebbene, l’assemblea cancellata dal Direttore Sanitario delle Molinette (uno in area Cota) è diventato un evento di massa sullo stesso tema programmato al Politecnico di Torino per il 6 Ottobre mattina, che vedrà la partecipazione di tanti nomi conosciuti per impegno politico e sociale per i beni comuni (tra i tanti che stanno aderendo, Gianni Vattimo, Giulietto Chiesa, Luca Mercalli). Un’assemblea sindacale diventerà così un evento mediatico a tutto vantaggio del messaggio No Tav e non potrà che dare molto più fastidio ai politici. E non finisce qui: proprio a seguito delle dichiarazioni pirotecniche del Nostro sulla situazione in Val Susa, si annuncia la defezione dal PD di Collegno della consigliera Tiziana Sciarrino che passa nel gruppo SEL.

Non basta, proprio nel giorno dell’approvazione della manovra economica che condanna gli italiani a tasse e tagli nei servizi, Esposito e complici chiedono con una Mozione al Governo di elargire 100 milioni per spese varie collegate al progetto Tav in Val Susa. Prontamente il Movimento 5 Stelle di Pianezza-Alpignano risponde distribuendo un volantino alla popolazione con la notizia. M quando si renderà conto il PD di aver messo in piazza un apprendista stregone che fa solo danni?

E passiamo ad  Augusta Montaruli, consigliere regionale PDL proveniente dalle fila del Fuan e di AN, che chiede che la Regione Piemonte non partecipi alla Marcia della Pace in Umbria per l’annunciata presenza di una delegazione No Tav. Cota acconsente e ritira l’adesione col risultato che il Movimento No Tav si presenta alla Marcia da invitato al posto della Regione. ‘Con coerenza – sottolinea perfidamente  Gianna De Masi, attivista No Tav della Val Sangone e capogruppo della delegazione No Tav in Umbria – visto che la Regione Piemonte ha dato via libera all’insediamento della fabbrica che costruirà i cacciabombardieri F35’,

Allora, a chi dei due lo vogliamo dare il tapiro di questa settimana? (F.S. 23.9.2011)

Annunci

Info mavericknews
Organizzatore di eventi, laurea e master all'Università del Texas in Studi Americani, giornalista pubblicista dal 2009. Direttore della rivista American West, si dedica poi alle tematiche ambientali e alla cronaca delle lotte sociali. I suoi articoli sono stati pubblicati su Tg Maddalena, Tg Vallesusa, Valsusa Notizie, Prendocasa, Carmilla Online, Contropiano. Ha co-prodotto l'inchiesta filmata La Baita- Presidio No Tav in Val Clarea. Per Lu:Ce edizioni, ha pubblicato Resa dei Conti alla Maddalena. 2010-2011. Diario di due anni di lotta contro l'Alta Velocità in Valle di Susa.

One Response to Esposito (PD) e Montaruli (PDL), specialisti in autogoals

  1. Aldo says:

    Questa settimana assegnerei un doppio tapiro, però con precedenza ad esposito. Questo sarebbe il PD! Ma se non esiste più!!!! Non riesce neanche più a parlare di opposizione, non di farla!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...