Tutti alla Maddalena!

1.7.2011

E’ stata presentata in Conferenza Stampa tenuta in territorio nemico cioè presso il Consiglio Regionale la manifestazione nazionale che darà l’avvio all’assedio permanente del fortino da parte della gente di Val Susa, un assedio che mira a rendere la vita impossibile alle truppe e agli operai delle ditte che lavorano al cantiere, a far lievitare i costi dell’occupazione creando più intoppi possibile. In grande quello che è stato fatto l’anno scorso contro la trivella di Buttigliera.  La giornata di lunedì 27 ha portato il movimento No tav sui titoli di testa scatenando una ridda di manifestazioni di solidarietà in tutta Italia. Particolarmente gradita è stata la revoca della manifestazione del PD a Livorno a cui avrebbe dovuto parlare Chiamparino. E vogliamo sentirli dare dei fascisti ai livornesi…

La genesi della manifestazione sta tutta lì, nell’ammirazione che tutti i movimenti che fanno della protezione dei beni comuni la loro attività ripongono nel movimento No Tav, punta di diamante dell’Italia che chiede un nuovo modello di sviluppo e che pratica una forma consolidata di democrazia partecipata. Una risposta generalizzata allo sgombero della Maddalena era scontata ma non nelle dimensioni  che sta assumendo in queste ore tanto da mettere duramente alla prova sia  la capacità organizzativa dei Comitati che quella di gestione di una folla eterogenea, quasi ingovernabile che si riverserà sui sentieri tra Chiomonte e Giaglione.

In Conferenza, il Legal Team cioè gli avvocati del Movimento, hanno distribuito copia della lettera di diffida inviata a La Stampa, e per conoscenza all’Ordine dei Giornalisti, per l’articolo a firma Massimo Numadi ieri sul website del quotidiano in cui il cronista-provocatore si esibiva in un paradossale elenco di pericoli terroristici insiti nella manifestazione (bombe e armi nascoste nei boschi) ed attribuiva la minaccia ai disegni di una fantomatica cupola occulta che governerebbe il movimento. Deliri di un provocatore che infanga il codice deontologico dei giornalisti e/o segnali inquietanti rivolti alle frange quelle sì oscure che si muovono dietro le quinte degli eventi? O ai malavitosi interessati agli appalti di cui il Numa forse sa più di quello che scrive, quelli che mandano pallottole e lettere al veleno per affrettare la pratica Tav contando proprio sull’effetto terroristico di articoli come i suoi.  Un bel gioco di sponda che dovrebbe interessare la magistratura. (F.S.)

Annunci

Info mavericknews
Organizzatore di eventi, laurea e master all'Università del Texas in Studi Americani, giornalista pubblicista dal 2009. Direttore della rivista American West, si dedica poi alle tematiche ambientali e alla cronaca delle lotte sociali. I suoi articoli sono stati pubblicati su Tg Maddalena, Tg Vallesusa, Valsusa Notizie, Prendocasa, Carmilla Online, Contropiano. Ha co-prodotto l'inchiesta filmata La Baita- Presidio No Tav in Val Clarea. Per Lu:Ce edizioni, ha pubblicato Resa dei Conti alla Maddalena. 2010-2011. Diario di due anni di lotta contro l'Alta Velocità in Valle di Susa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...