Avviso dai No Tav alle Forze dell’Ordine: Attenti a quel che fate! Siete filmati da ogni parte.

  Iniziano ad operare il TG Maddalena e l’Associazione imprenditori valsusini No Tav

Maddalena di Chiomonte, 15 Giugno 2011

Con l’ampliarsi del presidio alla Maddalena di Chiomonte e l’estendersi delle inziative non si fermano anche le attività di autodifesa e prevenzione dallo sgombero violento preannunciato dai Partiti. Una novità è la copertura video di tutta l’area e una seconda novità è l’avvio del TG Maddalena, un servizio giornalistico organizzato da un collettivo di giornalisti che nei giorni scorsi ha svolto alcune prove tecniche di trasmissione in streaming e su youtube. I filmati andranno sui maggiori blog italiani, su siti europei e si sta preparando una diffusione pubblica a Torino.  I giornalisti del TG Maddalena saranno presenti a Chiomonte per filmare il comportamento delle Forze dell’ Ordine al fine di documentarne i comportamenti, come deterrente di ogni violenza da parte loro. Da domani, i giornalisti del TG Maddalena avranno un badge e dei segni di riconoscimento che ne autorizzerà l’attività nel compound e fra la gente secondo i protocolli di sicurezza e privacy personali approvati dall’assemblea dei Comitati. Il Questore deve sapere inoltre che un’ulteriore copertura video di tutta l’area verrà assicurata da vari punti: il movimento vuole che si tengano dunque al guinzaglio i vari Izzo,  Sanna e simili noti violenti, anche tra la truppa, perché non dovrà più accadere che i responsabili sul campo non possano venire identificati per eventuali inchieste della magistratura, come era accaduto per i fatti di Venaus.

Nei giorni scorsi inoltre è stata lanciata la fondazione di un’Associazione di imprenditori, commercianti, artigiani e liberi professionisti valsusini che credono nel vero bene della Valle, persone con ditte sane che hanno saputo investire i loro quattrini in innovazione e qualità, che credono fermamente che il lavoro non si crea con una grande opera devastante ma con l’avviamento di tanti ‘piccoli lavori utili’ a fronte delle ‘grandi opere inutili’ come il TAV.
Coloro che in Val Susa lavorano nell’edilizia credono che il ristrutturare i centri storici, il mettere in sicurezza tutti gli edifici pubblici e le scuole, il lavorare sulle fonti energetiche alternative come il geotermico e il rifacimento dei tetti di case e capannoni con pannelli fotovoltaici è sicuramente un buon modo per creare lavoro senza dover per forza sacrificare ulteriore territorio mentre la costruzione di una grande opera devastante come la Torino-Lione si muove in senso esattamente contrario: il lavoro per  poche grosse ditte e affossamento di tutta le altre che si ritroverebbero una Valle devastata e non più vivibile.

Già al momento del lancio, l’Associazione può contare su decine di iscritti. Chi volesse aderire può farlo all’indirizzo perlanostravalle1@gmail.com . Con buona pace dei ‘quattro gatti’ imprenditori a rischio fallimento e quant’altro di Mr. Virano il quale non potrà più dire che gli imprenditori valsusini vogliono il TAV. (F.S.)

Annunci

Info mavericknews
Organizzatore di eventi, laurea e master all'Università del Texas in Studi Americani, giornalista pubblicista dal 2009. Direttore della rivista American West, si dedica poi alle tematiche ambientali e alla cronaca delle lotte sociali. I suoi articoli sono stati pubblicati su Tg Maddalena, Tg Vallesusa, Valsusa Notizie, Prendocasa, Carmilla Online, Contropiano. Ha co-prodotto l'inchiesta filmata La Baita- Presidio No Tav in Val Clarea. Per Lu:Ce edizioni, ha pubblicato Resa dei Conti alla Maddalena. 2010-2011. Diario di due anni di lotta contro l'Alta Velocità in Valle di Susa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...