Tav. 25 Maggio. Offensiva mediatica: oggi più bugie che disinformazione

Mentre la notte è filata via tranquilla alla Maddalena tra lavori di rinforzo delle difese e discussioni sul da farsi, si sviluppava l’offensiva mediatica sui giornali della controparte.  

Su La Stampa Massimo Numa, che baratta la sua professionalità con le medaglie  della Questura, si inventa una sassaiola contro gli operai e chiede a gran voce alla Procura, per conto dei suoi padroni, di procedere con denunce con l’aggravante di associazione a delinquere. Lo ha fatto già diverse volte. Noi solleciteremmo invece l’intervento della Procura, che non ha mai individuato i colpevoli degli attentati ai presidii in Valle malgrado tutti li conoscano, ad indagare sulla regolarità delle spese finora effettuate dalla banda Virano, delle spese della campagna sondaggi del 2010, e di perseguire la vera associazione a delinquere che vuole devastare la Valle di Susa per gli interessi di una cricca di speculatori e dei suoi protettori politici.

La cronaca dei fatti di lunedì notte è una sfilza di falsità: la sassaiola contro gli operai non c’è mai stata, anzi alcuni dei No Tav denunciano di essere stati fatti segno a sassi provenienti dal viadotto dove gli addetti Sitaf e Italcoge attendevano di poter operare. L’unica sassaiola è stata fatta contro le videocamere montate sulla volta della galleria per filmare i manifestanti: a questo si riferiscono le immagini mandate sul TG3 di oggi pomeriggio in cui si vedono sassi rotolare nella galleria VUOTA. Altri massi erano fatti rotolare davanti all’ingresso della galleria per impedire l’arrivo dei mezzi, ad autostrada già chiusa. Niente quindi poteva mettere a repentaglio la sicurezza degli utenti, come scrive il Numa che condisce il suo piatto con iperboli (‘un’ora di lanci con il continuo rischio di colpire gli automobilisti…’) e vari altri tocchi di veleno come, il sito ‘presidiato da non più di 2-300 persone, dopo gli appelli alla mobilitazione…’, per dire tutto lì? Chissà se i grandi partiti che vogliono il Tav riuscirebbero a portare quelle centinaia di presidianti (senza pagarli…) a passare le notti in montagna per una settimana (per ora) quando ai comizi del candidato Fassino, in pieno giorno non partecipava più che qualche decina di pensionati, per non parlare di Coppola e co.

La perla del giorno va ad entrambi i giornali che pubblicano in sintonia un’intervista a Sandro Plano, Presidente eletto della Comunità Montana, mettendogli in bocca la proposta di concedere il Tav in cambio di soldi ai Sindaci. Plano ha smentito a Maverick : ‘Ho detto di smettere di parlare di compensazioni quando i soldi neanche ci sono per le vere necessità del territorio. Ho anche ribadito l’inutilità dell’opera. Non c’è niente da discutere in proposito’. Gli articoli fanno anche trasparire  un cedimento del movimento sul Giro d’Italia. Niente di più falso, un comunicato No tav ribadisce la posizione originale:

Il movimento con determinazione ha difeso la Val Clarea ed è tutt’ora impegnato in un presidio permanente a sua difesa e della valle di Susa intera
Ribadiamo che qualora subissimo un’aggressione militare con relativo sgombero del movimento dalla val Clarea non potremmo garantire nessun tipo di transitabilità della val di Susa, giro d’Italia compreso.
Se la situazione rimarrà invariata saremo pronti a salutare come avevamo detto il giro d’Italia e i ciclisti con le nostre bandiere come da sempre facciamo
Diffidiamo chi volesse annullare o spostare la tappa del giro dalla val di Susa per problemi di
ordine pubblico e quindi strumentalizzare l’intero giro d’Italia per mettere in cattiva luce il movimento no tav.

Niente di nuovo quindi. Ognuno continua a fare la sua parte e la guerra mediatica è già in pieno sviluppo. (F.S. 25.5.2011)

Annunci

Info mavericknews
Organizzatore di eventi, laurea e master all'Università del Texas in Studi Americani, giornalista pubblicista dal 2009. Direttore della rivista American West, si dedica poi alle tematiche ambientali e alla cronaca delle lotte sociali. I suoi articoli sono stati pubblicati su Tg Maddalena, Tg Vallesusa, Valsusa Notizie, Prendocasa, Carmilla Online, Contropiano. Ha co-prodotto l'inchiesta filmata La Baita- Presidio No Tav in Val Clarea. Per Lu:Ce edizioni, ha pubblicato Resa dei Conti alla Maddalena. 2010-2011. Diario di due anni di lotta contro l'Alta Velocità in Valle di Susa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...