La Valle di Susa: se attaccate la Maddalena il Giro d’Italia non passa!

Un coordinamento dei Comitati di Val Susa e Val Sangone affollato e agguerrito ha affrontato ieri la discussione sul che fare nei prossimi giorni a partire dalla manifestazione di Sabato 21 a cui hanno aderito tutte le Associazioni ambientaliste, la Coldiretti e gli amministratori dei 23 Comuni interessati. La preoccupazione per quello che potrà succedere a Chiomonte era stemperata da una grande determinazione e fiducia nella forza del movimento. La mobilitazione sta maturando già effetti politici sui fragili equilibri dei Comuni di Rivoli e Rivalta in cui i Sindaci (rispettivamente PDL e PD) sono isolati rispetto alle istanze popolari ed ai dubbi interni (si scordino la ri-elezione!) ma soprattutto sta facendo affluire gente e iniziative verso la Maddalena di Chiomonte. Lì il presidio No Tav si sta ampliando giorno dopo giorno: alla cappelletta appena consacrata e dedicata dai fedeli alla Madonna del Rocciamelone, a San Francesco il santo della natura, alla Maddalena protettrice del sito e a San Michele patrono della Valle, alle piattaforme sugli alberi, si aggiungono varie roulottes, tende, campers e da Domenica 22 l’ufficio mobile del Gruppo Regionale dei 5 Stelle a sostegno materiale della difesa del sito e della democrazia dalla speculazione e dalla militarizzazione dell’area.

Verranno di notte, lo sanno, come al solito, come ladri. La vigilanza in Valle ha già riscontrato l’arrivo dei materiali di recinzione e localizzato il deposito. Sanno quanto è stato speso e sanno anche che le due ditte locali che avrebbero ottenuto l’appalto non sono abilitate ad operare e non sono in grado di investire. Già sono partiti esposti. Sanno anche dove tenteranno di sistemare le reti. Verranno dall’autostrada e caleranno i materiali dal viadotto o tenteranno di aprire un’uscita nell’unico punto a livello dell’autostrada. Sanno quanti poliziotti saranno impiegati nei primi giorni. Sanno che, per esplicita ‘richiesta’ dell’Europa, il cantiere dovrà essere aperto entro il 31 Maggio ma sanno anche che l’operazione potrà essere un bluff, una truffa analoga ai sondaggi dell’anno scorso: dare all’Europa e alla Francia un’apparenza di ‘avviamento lavori’  per poter staccare fatture, cioè la ragione di tutta l’impresa. Ma, anche se riuscissero a posare le reti, per quanto saranno in grado di mantenere una sorveglianza armata?

E’ prevista un’assemblea popolare a Bussoleno con la partecipazione dei Sindaci per giovedì 26 per tenere i motori caldi ma la decisione mediaticamente più importante dei Comitati è il messaggio ai politici ribadito oggi in Conferenza Stampa: la Val di Susa dà il benvenuto al Giro d’Italia ma se attaccate la Maddalena di qui non potrà passare. Senza contare i mille flash mobs che potranno sconvolgere i luoghi delle celebrazioni del 150mo, da Venaria a Torino città. Quante truppe ci vorranno? E per quanta ampiezza sul terreno, sapendo che più allargano l’area militarizzata più sarà difficile  tenerla? Quanto sforzo mediatico prolungato potranno produrre per tenere tutto sotto controllo quando le immagini dalla Maddalena verranno mostrate ai torinesi ed a tutta l’Italia tramite il blog di Grillo, youtube e i tanti blog nazionali che già le richiedono? Certo 20 miliardi di soldi pubblici sono un malloppo allettante per i nostri ‘developers’ ma sembra proprio che dovranno sudare per ‘guadagnarseli’. (F.S. 20.5.2011)

Annunci

Info mavericknews
Organizzatore di eventi, laurea e master all'Università del Texas in Studi Americani, giornalista pubblicista dal 2009. Direttore della rivista American West, si dedica poi alle tematiche ambientali e alla cronaca delle lotte sociali. I suoi articoli sono stati pubblicati su Tg Maddalena, Tg Vallesusa, Valsusa Notizie, Prendocasa, Carmilla Online, Contropiano. Ha co-prodotto l'inchiesta filmata La Baita- Presidio No Tav in Val Clarea. Per Lu:Ce edizioni, ha pubblicato Resa dei Conti alla Maddalena. 2010-2011. Diario di due anni di lotta contro l'Alta Velocità in Valle di Susa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...