Accorato appello dei politici alla legalità: rispondono subito le Fiamme Gialle con 7 arresti e un Assessore indagato

Far rispettare la legalità! All’appello odierno di politici, industriali e lobbisti TAV per lo sgombero forzato della Maddalena di Chiomonte, ha risposto paradossalmente la Guardia di Finanza con sette arresti e l’Assessore regionale alla Sanità Caterina Ferrero (PDL) indagata per concussione, corruzione e turbativa d’asta. L’inchiesta si riferisce a irregolarità riscontrate nelle gare d’appalto per la fornitura di pannoloni agli incontinenti. E’ il primo, e visti i soggetti probabilmente non ultimo, grave infortunio che la Giunta Cota subisce grazie alla levatura dei suoi componenti. Leggi il resto dell’articolo

TAV. 26 Maggio. Assemblea popolare a Bussoleno: Niente divisioni e pronti a resistere.

Un’assemblea affollatissima con la gente che non riusciva ad entrare tutta nel Polivalente di Bussoleno ha fatto chiarezza sulle posizioni del movimento No Tav e ribadito la volontà di resistere contro l’incombente aggressione armata alla Maddalena di Chiomonte. Un’ atmosfera elettrica che a tratti sembrava creare un’atmosfera quasi di comunione spirituale ha fatto da cornice alla serata. E’ stato qualcosa di più di un’assemblea, è stata una kermesse animata dalle tante anime di un movimento peculiare, governabile solo dall’unità di intenti, dalla critica forte al sistema di potere che si prepara ad imporsi con la forza. Leggi il resto dell’articolo

Tav. 25 Maggio. Offensiva mediatica: oggi più bugie che disinformazione

Mentre la notte è filata via tranquilla alla Maddalena tra lavori di rinforzo delle difese e discussioni sul da farsi, si sviluppava l’offensiva mediatica sui giornali della controparte.  

Su La Stampa Massimo Numa, che baratta la sua professionalità con le medaglie  della Questura, si inventa una sassaiola contro gli operai e chiede a gran voce alla Procura, per conto dei suoi padroni, di procedere con denunce con l’aggravante di associazione a delinquere. Lo ha fatto già diverse volte. Noi solleciteremmo invece l’intervento Leggi il resto dell’articolo

Tav, 23 Maggio. Prime schermaglie alla Maddalena

Come ogni battaglia che si rispetti è cominciata con le schermaglie. Mi sveglia il messaggio alle 2: ‘Allarme No Tav! ‘Truppe verso il presidio con operai al seguito. Serve gente al presidio. Barricate No tav altezza centrale elettrica Chiomonte. Diffondere.’ I segnali in giornata erano stati pressanti: voci giornalistiche e dall’ambiente Questura facevano capire che l’ora era vicina. La gente in serata convergeva su Susa e Chiomonte mentre i Sindaci si convocavano in riunione straordinaria a Bussoleno. Un primo presidio si formava davanti alla sede dell’Italcoge Leggi il resto dell’articolo

Offensiva de La Stampa contro i No Tav: disinformazione più che bugie. Si va verso l’occupazione militare.

E’ un articolo quello di Domenica 22 che risponde indirettamente e a suo modo alla manifestazione di sabato 21 ed alla mobilitazione crescente in Valle di Susa. Oggetto, presunte ‘Spaccature’ nel fronte No Tav in merito al blocco della Valle per il Giro d’Italia. L’obiettivo sembra essere quello di creare tensioni e divisione nel Movimento No Tav: si denunciano contrasti dove non ci sono facendo pronunciare nientemeno che Antonio Ferrentino, un estraneo ormai da anni al movimento con peso di opinioni uguale a zero se non in Prefettura, Leggi il resto dell’articolo

La Valle di Susa: se attaccate la Maddalena il Giro d’Italia non passa!

Un coordinamento dei Comitati di Val Susa e Val Sangone affollato e agguerrito ha affrontato ieri la discussione sul che fare nei prossimi giorni a partire dalla manifestazione di Sabato 21 a cui hanno aderito tutte le Associazioni ambientaliste, la Coldiretti e gli amministratori dei 23 Comuni interessati. La preoccupazione per quello che potrà succedere a Chiomonte era stemperata da una grande determinazione e fiducia nella forza del movimento. La mobilitazione sta maturando già effetti politici sui fragili equilibri dei Comuni di Rivoli e Rivalta Leggi il resto dell’articolo

Scorie nucleari. L’illegalità resa abitudine

I valsusini hanno assaggiato questa notte un anticipo delle botte che la Questura riserva  loro in occasione dell’imminente tentativo di aprire il cantiere alla Maddalena di Chiomonte. Il paradosso, ormai quotidiano, in questa povera Italia è che sempre più sovente sono le Autorità, quelli che dovrebbero osservare per primi e far osservare le leggi, i primi a violarle ed a prendersela con chi ne chiede l’applicazione. Leggi il resto dell’articolo

TAV. Il tempo è scaduto. Mobilitazione permanente nelle Valli di Susa e Sangone!

Con le dichiarazioni di Virano (‘La Comunità Montana non è stata invitata perché è in mano ai No Tav’) al Tavolo del Ministero romano, che nasconde il fatto che la nuova Comunità sia stata eletta democraticamente dai cittadini, si è toccato il fondo del disprezzo per le regole e per le istituzioni: i 21 Sindaci non convocati perché contrari al TAV sono stati confinati dietro le transenne della piazza e guardati a vista dalla Polizia. Leggi il resto dell’articolo

Piemont Europa Ecologia: una scheggia No Tav nel centrosinistra? Con cautela.

Ha presentato oggi la sua lista elettorale il gruppo PEE che fa riferimento alla coalizione del centrosinistra. E’ la costola torinese dello storico Sole che Ride che si muove nella tradizione di Alex Langer e dei Verdi europei. ‘E’ una scommessa impegnativa’– dice il portavoce/candidato Dino Barrera – che vuole portare avanti la battaglia ambientalista, ed il referendum, contro nucleare e privatizzazione dell’acqua. Siamo contro gli inceneritori e…il Tav.’. Leggi il resto dell’articolo