Flynnville Train

Redemption

(Next Evolution, 2010) 

Dopo i Blackberry Smoke e Bo Bice, Nashville continua a cavalcare quel che resta del rock sudista storico adattandolo ai gusti della nuova platea del country: qualche fiddle in più e qualche nota di steel guitar. Ora Music City propone questi Flynnville Train, quattro brutti ceffi dal Kentucky, due dei quali fratelli (Bryan e Brent Flynn), che ripercorrono senza infamia e senza lode le piste dei mai abbastanza rimpianti gruppi della Capricorn Records Leggi il resto dell’articolo

Annunci

PD e PDL insieme per il Tav. Approvata la ‘Demarche’. SEL, per l’occasione, si assenta.

Più chiaro di così non si può: il Movimento No Tav, rappresentato in aula di Consiglio Regionale dai 5 Stelle, ha contribuito a fare chiarezza su quali sono gli interessi e le forze politiche che accettano di lasciar devastare il territorio in cambio  delle ‘ricadute’ elettorali ed economiche su se stessi, sulle lobbies che rappresentano e sui loro clientes. Saranno le uniche vere ricadute garantite dalla Legge 85, una pallida versione dell’analoga francese, perché quelle sul territorio difficilmente ci saranno a fronte di un impegno iniziale ridicolo ( € 200.000) e delle difficoltà a procedere con l’apertura dei cantieri in Val di Susa. Leggi il resto dell’articolo

Pianezz@ttiva, una lista di servizio?

E’ la novità di questa tornata elettorale oltre al Movimento 5 Stelle e qualcuno si chiede che senso ha, visto che è chiaramente affiancata alla Giunta uscente targata PD . Proviamo a ragionare.                                      Nei Comuni sotto i 15.000 abitanti, l’elezione del Sindaco avviene a maggioranza secca, senza ballottaggio. I seggi disponibili in Consiglio Comunale sono 10 per la maggioranza vincente + 6 da ripartirsi proporzionalmente tra le altre liste. In lizza a Pianezza oggi ci sono quattro liste: una del centrodestra (oggi all’opposizione), i 5 StelleLeggi il resto dell’articolo

2 Aprile. Leghisti e No Tav. La difficoltà di incontrarsi

A parte la scaramuccia dialettica a Condove durante la campagna elettorale regionale 2010, finita con un dignitoso pareggio, il movimento No Tav non si era mai confrontato apertamente con la Lega. L’ex Presidente della Comunità Montana dell’Alta Valle, Carena, fino al 2005 aveva mantenuto una dialettica decente con l’ex collega No Tav della Bassa Valle, Ferrentino. Le ostilità hanno sempre contrapposto il fronte popolare al ‘nocciolo duro’ del Potere piemontese costituito da PD e PDL. Fino all’elezione di Cota, la Lega sembrava non volersi coinvolgere troppo sul problema Tav sapendo che tra i suoi elettori di Valle erano parecchi quelli contrari all’Alta Velocità per l’evidente loro legame con il territorio . Leggi il resto dell’articolo

Virano, il Grand Demarcheur

Ma cos’è esattamente questa Legge Regionale alla disamina del Consiglio, cosiddetta Demarche Grand Chantier, che è stata bloccata nei giorni scorsi dai 5 Stelle e dalla Fed? Tanto per orizzontarci abbiamo consultato il dizionario francese da cui risulta che il vocabolo ‘demarche’ sta per ‘andatura, sforzo, passo, fatica’ mentre il derivato ‘demarcheur’ significa ‘piazzista’ quindi l’espressione intera si potrebbe leggere come ‘Sforzo per (realizzare) il Gran Cantiere’.  L’immagine del piazzista in questo caso sta a pennello per chi la propone Leggi il resto dell’articolo